Molti consumatori di cannabis hanno familiarità con la capacità della stessa nell’alleviare lo stress e rilassarsi.

Mentre il THC non ha tutte le persone porta rilassamento, ma anzi, ad alcune porta “volontà di creare e fare”, il CBD porta effettivamente sempre rilassamento. Questo ha portato i ricercatori a concentrarsi sul CBD come un trattamento per l’ansia e la depressione. In uno  studio sugli esseri umani  , i ricercatori hanno utilizzato la risonanza magnetica per capire quali regioni del cervello sono coinvolte negli effetti ansiolitici del CBD. I ricercatori hanno scoperto che il CBD produce una riduzione del flusso di sangue a specifiche regioni del cervello associate con l’ansia, come l’ipotalamo. Queste regioni generalmente diventano iperattive nei disturbi d’ansia, mentre il CBD sembra calmare la loro attività. Il cannabidiolo è stato anche efficace nel ridurre i punteggi di ansia generale dei partecipanti allo studio. Oltre a ridurre l’ansia , il CBD è stato trovato lavorare come un antidepressivo. Il CBD sembra lavorare per bilanciare le disfunzioni  nel sistema endocannabinoide dei pazienti depressi.